Installazione di serramenti in un edificio del 1900, a Borgaro, in provincia di Torino.

Sintesi dei lavori

  • Produzione di serramenti con traversi sagomati uguali a quelli dell’epoca.
  • Smontaggio dei vecchi serramenti, senza intervento dei muratori
  • Isolamento termoacustico ad alte prestazioni.

In questo edificio ci sono degli ambulatori medici ed erano presenti dei serramenti, costruiti nei primi anni del secolo scorso:

  • finestre a singolo vetro
  • non performanti termicamente
  • ormai poco funzionali a causa del degrado della struttura.

La sfida

Il problema del cliente era nel fatto che tutto l’edificio era vincolato dalla sovrintendenza ai beni storici e artistici, perché i serramenti avevano dei particolari traversini sagomati tipici della zona del Piemonte, oltre a trattarsi di un palazzo storico.

Prima di occuparci di questo progetto, un’altra azienda aveva prodotto alcuni serramenti. Il risultato non ha soddisfatto la direzione lavori, a causa di un’evidente perdita di luce.
Questo perché i nuovi serramenti erano stati montati senza smontare quelli vecchi. Inoltre i traversi erano stati applicati sul telaio esterno, invece di essere integrati nel serramento. Questi particolari non erano piaciuti alla direzione lavori.

A questo punto il cliente ha contattato noi.

Ecco come abbiamo fatto

Per prima cosa abbiamo stabilito che i vecchi serramenti dovevano essere smontati, per risolvere il problema della perdita di luce, senza l’intervento dei muratori.  Una volta deciso questo dettaglio, abbiamo effettuato un rilievo preciso delle misure esterne del serramento originale e della sagoma della finestra vetrata. Dopodichè abbiamo rilevato il sistema di cardini della persiana originale in modo da usare cardini nuovi, ma molto simili agli originali. A differenza della ditta precedente, che aveva applicato i traversi sagomati sul telaio in un secondo momento, noi li abbiamo integrati nell’infisso, rendendolo un pezzo unico.

Una volta smontato l’infisso originale, ci siamo resi conto che non era presente il controtelaio, perché l’infisso era stato murato direttamente. Questo ha comportato delle difficoltà durante il montaggio, perché una volta smontato il vecchio infisso non avevamo una superficie perfettamente piana su cui agganciare quello nuovo.

Abbiamo dovuto produrre e installare un falso telaio, pensato per offrire una sede per il nuovo infisso e permettere così il montaggio a piombo e la sigillatura della fessura nella muratura originale.

Il risultato

Avendo integrato i traversi sagomati nella finestra, creando un tutt’uno, l’infisso assomiglia maggiormente a quello originale. Inoltre, le nuove finestre, hanno prestazioni moderne, con vetri doppi e risultano estremamente performanti dal punto di vista termico.

Il risultato finale ha soddisfatto pienamente le aspettative della direzione lavori.

Richiedi un preventivo gratuito cliccando sul pulsante qui sotto

Voglio un preventivo